Un conto corrente online “Age Friendly” facile da gestire

Un conto corrente online “Age Friendly” facile da gestire

L’associazione benefica Age UK, ha recentemente dichiarato che le persone anziane hanno sofferto a causa delle chiusure delle filiali locali e hanno trovato difficoltà nella gestione e nell’utilizzo di un conto corrente online.

L’organizzazione Age UK, che tra i suoi obiettivi ha proprio quello di rilevare bisogni e richieste degli “over”, ha incentrato la propria analisi su quanto le banche e le società finanziarie siano “Age Friendly”. Ne è emerso che molte persone anziane si sono ritrovate senza accesso ai servizi bancari di base a causa della chiusura di oltre la metà di tutte le filiali bancarie del Regno Unito negli ultimi 25 anni.

L’analisi prendeva in esame diversi elementi come il costo dell’accesso ai servizi online, la paura di frodi, ma soprattutto quanto la mancanza di competenze informatiche si sia rivelata una barriera per gli anziani che usano le banche online. Proprio per questo le banche stesse sono state incoraggiate a trovare nuovi modi per fornire un servizio semplice e adatto a tutti.

La Charity Director di Age UK, C. Abrahams, dichiara: “I nostri clienti più anziani, spesso, condividono con noi le sfide che devono affrontare quando si tratta di gestire i loro soldi. La crescente dipendenza dai metodi online è un ostacolo per molti e le chiusure bancarie non possono che aggravare la loro sensazione di sentirsi isolati. Ma siamo stati rincuorati al sentire alcuni approcci creativi adottati con successo da molti istituti bancari nei confronti delle persone anziane.” – e continua –“I casi esaminati nella nostra ricerca mostrano che l’attenzione alle esigenze degli anziani poco avvezzi alla tecnologia può portare a nuovi approcci nel settore dei servizi finanziari. Si possono sicuramente compiere progressi reali verso il soddisfacimento delle esigenze di una società che invecchia, ecco perché invitiamo tutti i fornitori del settore a porre particolare attenzione alla questione.”

I dati inglesi sembrano andare controcorrente rispetto a quelli rilevati per l’Italia da ConfrontaConti.it, il quale evidenzia che il numero di anziani che richiedono l’apertura di un conto corrente online è in forte crescita. Secondo questi dati, da febbraio 2018, le richieste degli over 55 ammonterebbero quasi al 20% del totale, contro il 18,2% dello stesso periodo dell’anno precedente. Il dato ancora più rilevante è che, rispetto al 2017, le richieste di apertura di conti online da parte di anziani e pensionati sono incrementate del 4%.

È evidente che per chi non ha particolare dimestichezza con le procedure online è fondamentale informarsi in maniera corretta prima di scegliere dove aprire un conto corrente online e assicurarsi che si tratti di un servizio semplice da gestire e che offra un’assistenza attenta alle esigenze di ognuno. Contattaci per ricevere maggiori informazioni.