La banca on line e il valore della Pec

La banca on line e il valore della Pec

Come vi abbiamo già raccontato nella news precedente, per quanto riguarda il tema “affidabilità”, una banca on line non ha nulla da invidiare a quelle fisiche. Ovviamente i tentativi di attentare alla loro reputazione non mancano: forse qualcuno di voi ricorda la truffa avvenuta qualche mese fa ai danni di alcune importanti banche online. Abbiamo deciso di raccontarvela perché mette in luce Il ruolo della pec, che mai fino a questo episodio era stata considerata a rischio, ma anzi, veniva utilizzata per comunicare con banche e pubbliche amministrazioni nella gestione delle operazioni più delicate, proprio per l’elevato grado di sicurezza che la caratterizzava.

Tutto cambia quando un paio di mesi fa, agli inizi di Maggio, viene scoperta una banda di cyber criminali che truffavano banche online e correntisti. Cinque le persone accusate di associazione a delinquere finalizzata alla frode informatica, accesso abusivo a sistema informatico o telematico e sostituzione di persona. I carabinieri di Messina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare verso una banda che aveva base nella fascia jonica reggina e che erano attivi sull’intero territorio italiano.

L’indagine, denominata “fraudatores”, ha portato alla luce una frode che si basava sulla capacità da parte degli accusati, di modificare sui siti web istituzionali gli indirizzi di posta elettronica certificata di alcune tra le maggiori banche online italiane e straniere, sostituendoli con altri indirizzi pec simili; un modo efficace per inserirsi nelle comunicazioni tra i clienti e la banca on line in questione, ma soprattutto per acquisire le credenziali d’accesso di conti correnti online.

In sostanza, questi “pirati” si rendevano credibili utilizzando indirizzi di posta elettronica certificata fasulli e facendoli passare per la pec delle banche. Così, numerosi istituti di credito hanno visto svuotati centinaia di conti dei propri clienti.

Un dato interessante consiste nel fatto che per dar prova della loro modernità, i cyber criminali digitali commutavano immediatamente il denaro sottratto in bitcoin.

Ricordiamo però almeno una nota a favore delle pec: sicuramente l’utilizzo di caselle pec, proprio grazie ai requisiti di sicurezza e tracciabilità previsti dalla normativa, ha permesso la rapida identificazione dei presunti colpevoli.

Per rimanere aggiornato sulle vicende legate al mondo della banca on line continua a seguire il nostro blog.

Se sei alla ricerca del miglior conto corrente online per affidabilità, sicurezza e trasparenza, il nostro Conto Online Evoluto è quello che fa per te.