fbpx

Collegare gli account social al conto corrente online, è questo il futuro dei pagamenti?

Collegare gli account social al conto corrente online, è questo il futuro dei pagamenti?

Conto corrente online e il futuro dei pagamenti

Vi ricordate che già due anni fa Amazon aveva dato la possibilità ai suoi clienti statunitensi di aprire una sorta di conto corrente online utilizzabile come modalità di pagamento per i suoi servizi e acquisti? Invece Apple nel 2019 aveva lanciato una propria carta di credito in collaborazione con Goldman Sachs, mentre Google annunciava Cache, in partnership con Citigroup, che permette agli utenti di unire account Gmail e conto corrente.

Insomma, la strada degli account bancari virtuali deve sembrare molto conveniente se tutti i giganti della tecnologia stanno cercando di percorrerla profittevolmente.
La posta in gioco? Sicuramente alta. Monitorando il modo in cui gli utenti gestiscono le proprie finanze, si può infatti arrivare a una profilazione sempre più accurata delle abitudini di acquisto degli utenti, le loro entrate, propensione alla spesa, risparmi, investimenti. Informazioni preziosissime sulle quali costruire servizi sempre più mirati e ad alto valore aggiunto.

L’ultimo gigante a dare l’annuncio di grandi novità in questo campo è Facebook, società a capo anche di Instagram e Whatsapp. All’inizio di quest’anno infatti, Zuckerberg ha annunciato l’arrivo di un sistema di pagamento integrato nell’app Whatsapp, già sperimentata con successo in India. WhatsApp Pay, questo il nome del progetto, sarà rilasciato in diversi Paesi, probabilmente con un lancio scaglionato al termine di una serie di altri test su Paesi con regolamentazioni più blande rispetto ai membri UE (per esempio Indonesia, Brasile e Messico).
La nuova app consentirà di collegare il proprio account a un conto corrente online o a una carta di credito, rendendo possibile non solo lo scambio di denaro con i propri contatti ma anche il pagamento nei siti di e-commerce partner.

Non si tratta di una moneta alternativa tipo bitcoin ma di un modo diverso per accedere alle proprie finanze.
L’iniziativa ha tutta l’aria di voler scardinare il monopolio delle banche tradizionali proseguendo una strada già avviata dalle cosiddette challenger bank, cioè quei piccoli istituti digitali in grado di offrire servizi più facili da utilizzare a costi contenuti.

Contattaci per avere maggiori informazioni sulle tipologie di conto corrente online offerte da Trustcom Financial.

Send a Message